Chi segue il cammino della verità non inciampa di Gandhi Mohandas K.

cop.aspxNel 1944, dopo la morte della moglie, il grande amico di Gandhi, Anand T. Hingorani, andò dal maestro per farsi consolare. E Gandhi allora gli scrisse un biglietto di consolazione. Da quel giorno, fino alla fine del 1946, tutte le mattine Hingorani riceveva un biglietto con un pensiero che doveva accompagnarlo durante tutta la giornata. Alla morte di Gandhi nel 1948, Hingorani raccolse tutti i pensieri e li pubblicò. Questo il nostro libro: non semplici aforismi, non elaborazioni teoriche e neanche pensierini morali; si tratta invece di fulminanti e brevi riflessioni nate dal cuore di Gandhi per un amico e ricche della radicale sincerità di chi non ha mai smesso di farsi domande e di cercare la verità. Mohandas Karamachand Gandhi (chiamato “Mahatma”: grande anima) nacque nel 1869 nella città indiana di Porbandar (Guajrat). L’intera sua vita è stata spesa per la lotta in favore della verità e della non violenza. Fu assassinato il 30 gennaio del 1948, a Delhi, da un fanatico hindù.

Post a comment

You must be logged in to post a comment.